lunedì 19 febbraio 2018

Tofu burmese con ragù alla "bolognese"





Decisamente stavolta ho abbondato nel fare il tofu burmese.... l'altra volta avevo ridotto le dosi e, quindi, ne avevo la giusta quantità. La ricetta l'ho trovata qui. Per il tofu burmese si usa farina di ceci ed è un ottima alternativa al tofu tradizionale.Ora, avendone preparato circa 1chilo e 200 grammi, avevo necessità di usarlo e non conservarlo. Ho pensato di fare questa simil lasagna, ma completamente vegan.


Innanzitutto ho preparato un ragù alla bolognese con carote, sedano, cipolla e polpa di pomodori.
La carne l'ho sostituita con un macinato di soia "happy veggie" (se non conoscete il prodotto potete leggerne qui le caratteristiche ) che si deve far rinvenire in acqua calda per una decina di minuti.


In una padella con olio ho rosolato il trito di carote, sedano e cipolla con il macinato di soia.


Ho aggiunto la polpa di pomodoro e fatto cuocere a fuoco lento per circa un'ora.
Ho tagliato a fette di circa 1/2 cm il panetto di tofu e messo nella pirofila alternando con il ragù e una spolverizzata di lievito alimentare.
Ho messo in forno per circa 30 minuti a 180° , fino a quando non ha preso un bel colore in superficie.
Io ho utilizzato una pirofila grande, ma si possono anche usare piccole pirofile monodose da portare direttamente in tavola. Inoltre si può arricchire questa simil lasagna con qualsiasi tipo di formaggio veg. 
Sicuramente vi invito a provare.... la mia pirofila è stata spazzolata.



giovedì 8 febbraio 2018

Maglioncino in stile irandese



Il mio primo grande amore è lavorare a maglia.
Era da tanto che non prendevo i ferri in mano, ma ne avevo tanta voglia e così ho pensato di lavorare un maglioncino in stile irlandese alla mia nipotina.
Innanzitutto ho dovuto cercare un modellino e, nel mio cassettino della memoria, vedevo quel maglioncino così carino su quella vecchia rivista. Via a cercare il giornale... un vecchio giornale di circa trenta anni fa.
Trovaato!


Ed ecco il modello che cercavo...


Ora non resta che mettersi all'opera.... campioncino e calcoli per adattare i punti alla misura che devo realizzare.
Ho usato il filato Drops Lima e l'ho preso nel negozio on line "Di lana ed altre storie". Un bel filato 65% lana e 35% alpaca, morbidissimo. Ho usato ferri 4 e 1/2 e la taglia è per una bimba di 5 anni.



Di seguito vi lascio le spiegazioni prese direttamente dal giornale ricordandovi sempre che il motivo e il numero dei punti sono stati adattati alla misura che mi occorreva. Spero di avervi dato un'idea nel caso voleste realizzare un maglione con questi punti.




Ed ecco la spiegazione del punto astrakan, indispensabile nella lavorazione irlandese.






domenica 28 gennaio 2018

liquore al cioccolato e arancio... vegan





L'anno scorso, un pò per gioco, un pò per curiosità, ho voluto provare il liquore arancio e cioccolato. Che dire? Era ottimo! Quest'anno la produzione è aumentata.
Di ricette sul web ce ne sono tantissime ma voglio lo stesso pubblicare la mia versione:
  
LIQUORE AL CIOCCOLATO E ARANCIO.... VEGAN



Dopo ripetute prove e assaggi sono giunta alla ricetta definitiva, quella che mi sembra la più giusta di alcool e "consistenza".
Ecco la mia ricetta per 7 bottiglie da 500 cl.

600 ml di alcool puro
4 arance non trattate

2 l di latte di soia
150 gr cacao amaro
1500 gr di zucchero

Mettere in infusione nell'alcool le scorze delle arance tagliate in striscioline cercando di evitare la parte bianca. Lasciare riposare al buio per 7 giorni.


Trascorsi i 7 giorni preparate la cioccolata. In una pentola mescolate lo zucchero e il cacao, quindi unite il latte mescolando per non fare grumi. Portare ad ebollizione sempre mescolando con una frusta e lasciare bollire per 10 minuti.
Quando sarà freddo potrete unire l'alcool aromatizzato e filtrato.



Aggiunto l'alcool al cioccolato, mescolate per bene e, con l'aiuto del mestolo e di un imbuto, riempite le bottiglie.
Il risultato è garantito. Tenetelo in frigo e consumatelo freddo agitandolo prima di versarlo.

Se volete, potete realizzare questo liquore anche senza aromatizzare l'alcool.


venerdì 15 settembre 2017

Alberelli Natale crochet









Ed eccoli i miei alberelli crochet...

.
Si avvicina la festa più bella dell'anno e si comincia a pensare alle decorazioni.
L'anno scorso ho eseguito qualche decorazione con il pannolenci, ovviamente,
trovando ispirazione girovagando per il web.





Ecco 2 fuoriporta e decorazioni per l'albero realizzate per una vendita di beneficenza.
 Avevo notato anche delle palline rivestite di maglia e non potevo non realizzarle.
Un nastrino, qualche perlina e qualche fiorellino di pannolenci ed eccole qui:


Ora vi lascio un tutorial fotografico per realizzare gli alberelli all'uncinetto.
Spero di essere stata abbastanza chiara nello scrivere l'esecuzione, ma se aveste qualche dubbio 
potrete contattarmi e cercherò di spiegarmi meglio.
Non mi resta che augurarvi.... 
Buon lavoro!











Per avere alberelli di più misure regolatevi con il numero di giri di archetti.
Dopo l'8° giro potete fare quanti giri di archetti di catenelle volete:
2 giri per un alberello piccolo,
4 giri per un alberello medio,
7 o più giri per un alberello più grande.
Ora non vi resta che inamidarlo (io ho usato colla vinavil e acqua).


Ho creato un cono con un cartoncino e ricoperto di pellicola trasparente, 
quindi ho messo in forma il mio alberello lasciandolo asciugare.






sabato 2 luglio 2016

Come risparmiare... ecco un metodo semplice e divertente!





Quante volte abbiamo pensato a come risparmiare e cercato di mettere da parte qualche soldino!
Personalmente non ci ero mai riuscita fino a quando mi capitò di leggere 
un articolo che parlava di rispiarmo.
Beh! Pensai... Perchè non provarci?


Cominciai già a immaginare il mio gruzzoletto quando avrei finito il progetto e, 
avendolo collaudato,ho pensato di consigliarvelo.

Con questo metodo si riesce ad avere alla fine dell'anno

1378€

Si tratta della "Sfida delle 52 settimane" 
o, se vi piace di più,
"52 week money challenge"


Ma vediamo nel dettaglio come fare.
Vi servirà un barattolo, una scatolina oppure un salvadanaio, 
ma soprattutto, tanta perseveranza.
Ogni settimana dovremmo risparmiare una cifra.
La prima settimana metteremo da parte 1€, la seconda 2€, la terza 3€ e così via, 
aggiungendo ogni settimana 1€ .
Alla 52a settimana dovremo mettere da parte 52€.
Per i primi 2 mesi mettere da parte qualche euro non peserà,
sarà più difficile verso la fine dell'anno ma ci si può organizzare aggiungendo  nel vasetto 
qualcosa per quel periodo.



Eccolo il mio vasetto!
Ormai sono al giro di boa.....
sono alla 26a settimana e, se notate, ho già aggiunto le 2 "rate" della fine dell'anno.

Vi lascio il link dove scaricare il modello per segnare quello che metterete da parte







domenica 26 giugno 2016

La mia craft room







Ritorno dopo un pò di tempo al mio caro vecchio blog.
Non mi ero resa conto di quanto tempo fosse passato
ma è davvero tanto che manco.

Bentrovati, cari miei followers!

Durante la mia assenza mi sono dedicata un pò alla mia nipotina,
ma quello che mi ha preso tanto, anzi direi parecchio,
è il mio lavoro di sartoria.


Questa era la mia postazione di lavoro, appena sistemata.
Ora è il caos più completo.


Ed ecco quello che doveva essere l'angolo relax...
l'angolo dove rilassarmi con il ricamo o con l'uncinetto.
Purtroppo di relax ce n'è poco ma è meglio così.... non siete d'accordo?



Questo è quello che io chiamo "l'angolo aperto al mondo".
Beh, anche questo adesso è usato poco ed anch'esso ormai è irriconoscibile.

Quest'oggi vi ho mostrato quello che è il mio mondo.
A volte mi viene voglia di lasciar perdere tutto ma mi piace quello che faccio,
mi piace vedere che da un vecchio capo se ne riesce a ricavare uno più alla moda 
e vedere una cliente contenta mi gratifica tanto.

Ora spero di poter essere più presente 
anche perchè ho diversi progettini che mi frullano per la testa.

A presto!!!!!!! 



domenica 12 ottobre 2014

Happy Halloween



Si avvicina... si avvicina....
Mancano pochi giorni alla notte di Halloween 
ed io sono qui a regalarvi uno schemino da ricamare a punto croce.
Il gatto nero c'è... il cappello della strega c'è...
gli stivali ci sono come pure la sua scopa...
manca la zucca però...
Magari riuscirò a fare un altro schemino solo per la zucca!
Per ora vi lascio questo.
E' semplice semplice... pochi colori e... 
via alla creatività per la confezione.